logo1

Resta in carcere il ladro arrestato nel fine settimana a Domo

Il marocchino nella stessa notte ha rapinato la titolare di un centro massaggi. Poco dopo ha commesso il furto in piazza Convenzione. Arresto congiunto di Carabinieri e Polizia
 
 
domo polizia
 
 
Era già stato fermato più volte dalla Polizia di Frontiera di Domodossola il ventunenne marocchino, Reda Chbar, arrestato nella notte tra sabato e domenica dai Carabinieri mentre cercava di introdursi in un appartamento per rubare. La prima volta, venerdì, gli agenti del Commissario Capo Paolo Maisto lo avevano fermato per un controllo, dal quale risultava che sul giovane pendeva un’espulsione del Questore di Palermo. Dopo averlo identificato, lo avevano invitato a rispettare l’ordine di allontanamento. Evidentemente però lui non ha avuto nessuna intenzione di lasciare Domodossola. Il giorno dopo, sabato 24, infatti, è finito nuovamente in Commissariato dopo aver dato in escandescenza in un supermercato. Nuovamente la Polizia lo aveva invitato a lasciare l’Italia. La sera stessa, intorno alle 23,30, il marocchino, sempre per nulla intenzionato ad andarsene dal nostro Paese, armato di spray al peperoncino ha rapinato la donna cinese titolare di un centro massaggi in via Venezia. La donna, finita in ospedale per essere medicata, aveva descritto il suo aggressore in modo molto somigliante al ventunenne. Poco dopo è avvenuto l’arresto da parte dei Carabinieri in collaborazione con la Polizia mentre cercava di rubare in un appartamento nella zona di piazza Convenzione. La cinese ha riconosciuto il ventunenne tramite confronto fotografico. Addosso aveva anche i 250 euro in contanti e il cellulare frutto della rapina. Oltre a violazione di domicilio e tentato furto deve rispondere anche di rapina e lesioni personali. Si trova in carcere a Pallanza.  
 
 
Maria Elisa Gualandris 
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa