logo1

Una nonna di Castelletto Ticino smaschera un truffatore

 castelletto ticino

L'uomo si era introdotto nella sua abitazione con la scusa di controllare l'acqua potabile ma quando la signora ha annunciato di voler fare un paio di telefonate di verifica si è dileguato. L'anziana ha annotato la targa della sua auto

 

Una nonna  di Castelletto Ticino ha messo in fuga un truffatore che con un pretesto si era intrufolato nella sua abitazione. E’ accaduto ieri in via Aronco, l’uomo di mezza età, con tanto di tesserino fasullo, è riuscito a farsi aprire la porta della casa con il pretesto di controllare l’acqua potabile in quanto, a suo dire <erano segnalate presenze di mercurio>. La signora lo ha fatto entrare lo ha fatto accomodare e ha ascoltato la sua versione poi ha temporeggiato:<Faccio un paio di telefonate e sono da lei> ha detto.  L’anziana, che intendeva chiamare la società Acque Novara e Vco e i carabinieri,  non ha fatto nemmeno in tempo a sollevare il ricevitore del telefono fisso che l’individuo con il pretesto di andare alla macchina a prendere uno strumento, si è dileguato.  La signora però si è affacciata alla finestra ed ha trascritto il tipo di vettura, una Ford Focus,  e la targa dell’auto in fuga.  Informati gli agenti della polizia locale, si sono precipitati a casa della signora, hanno preso i dati e verbalizzato l’accaduto. Una volta in caserma hanno potuto accertare che si trattava di una targa falsa, in quanto ufficialmente associata ad un autocarro.  Dal controllo delle telecamere del paese i vigili urbani hanno potuto rilevare il passaggio più volte della vettura del truffatore, ma sempre con targa falsa.

 

di Franco Filipetto

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa