logo1

Giornata della trasparenza per il CISS Ossola

Il direttore Ferrari ha illustrato una serie di numeri. Il consorzio spende in assistenza per ciascuno dei 61.313 abitanti del territorio 115,64 euro

ciss ossola

 

Così, a memoria, il Consorzio Servizi Sociali dell’Ossola ci sembrerebbe il solo che in una seduta pubblica presenti dati, conti e servizi erogati. Aderendo concretamente alla giornata della trasparenza, sulla quale moltissimi altri enti pubblici (anche statali) fatto orecchie da mercante. Una fotografia di cosa si spende, cosa si fa e dei costi sostenuti.

Nell’assemblea il direttore, Mauro Ferrari, ha spiegato le finalità dell’iniziativa e illustrato agli amministratori dati e obiettivi. Tabelle che illustrano come il Ciss Ossola spenda - in assistenza - per ognuno dei 61313 abitanti del territorio, la cifra di 115,64 euro. E’ tanto, è poco? Non sappiamo, ma lo studio commissionato ad un esperto esterno ha permesso almeno di confrontare la spese con quelle di altri Ciss: il Cusio spenderebbe 80,8 per abitante; il Verbano 86,5; Castelletto Ticino 73,6, Borgomanero 69,6.

I Comuni ossolani partecipano alla spesa di 115,64 euro (98,97 euro se togliamo i servizi ai migranti) con un contributo di 33,46 procapite. In poche parole, per ogni euro erogato al Ciss dai Comuni, gli ossolani ricevono servizi per 2,96 euro, quasi il triplo del versato appunto dai Comuni. Contro i 2,38 del Cusio, 2,61 del Verbano, i 3,05 di castelletto e 2 euro e 11 di Borgomanero.

 

di Renato Balducci

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa