logo1

Restano gravissime le condizioni di Luciano Falcini

Il 68enne domese è ricoverato a Novara, ieri è stato travolto da una slavina sulle nevi dell'alpe Lusentino

falcini

 

Restano gravissime le condizioni di Luciano Falcini, lo scialpinista domese di 68 anni travolto ieri da una slavina sulle nevi dell’alpe Lusentino. Subito sono intervenuti i soccorsi. L'uomo rianimato sul posto è stato poi elitrasportato a Novara . Una volta giunto all’ospedale Maggiore è stato ricoverato nel reparto di Cardio- chirurgia.

Falcini stava scendendo dai 1900 metri della vetta del Moncucco, dopo aver affrontato la salita con gli sci ai piedi,appena sotto la Croce; all’improvviso, il distacco della neve: una slavina lo ha travolto e lo ha trascinato per decine di metri, in un punto molto ripido.  Il tutto è avvenuto in pochissimi istanti e sotto gli occhi increduli di altri sciatori che hanno immediatamente allertato i soccorsi. Sul posto sono intervenuti i pattugliatori della Federazione Italiana Sicurezza Pista da Sci, in servizio a Domobianca.

La notizia dell’incidente già ieri aveva destato apprensione fra i domesei. Falcini è persona molto conosciuta. Apprezzato professionista, ha legato il suo nome alla nascita di importanti progetti di sviluppo turistico ricettivo in Ossola come il rifugio Gattascosa prima e l’agriturismo La Tensa poi. Personaggi di spicco della sinistra ossolana è stato anche alla guida degli ex Democratici di sinistra di Domodossola. Per molto tempo ha guidato il Consorzio A11, l’ente che in Ossola ha gestito i rifiuti prima dell’accorpamento a Conser Vco.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa