logo1

A Torino aprono le buste per l'ospedale nuovo di Ornavasso

Procede l'iter per la realizzazione della nuova struttura sanitaria del Vco. Venerdì l'esame dei plichi contenenti le proposte. E' solo il primo step, successivamente la Commissone competente vaglierà la offerte

torino palazzolascaris

 

Saranno aperte dopodomani, venerdì 23 marzo, le buste contenenti le proposte pervenute dai tre soggetti interessati alla realizzazione dell’ospedale nuovo di Ornavasso.  I plichi sono già a disposizione di SCR Piemonte, la società di committenza regionale individuata dall’ASL del Verbano Cusio Ossola come stazione unica appaltante. La convezione è stata firmata  il 15 gennaio scorso e tra poche ore dunque si saprà chi ha fatto l’offerta migliore. Procedura che poi porterà all’assegnazione dell’incarico. L’apertura delle buste avverrà alle 9,30 nella sede di SCR, in corso Marconi 10 a Torino.

In pratica si tratta di privati che andrebbero a formare con la Regione un sodalizio per la costruzione dell’ospedale che, ancora pochi giorni fa, è stato oggetto di un ricorso al Tar da parte del sindaco di Domodossola, Lucio Pizzi,  poi sostenuto anche da altri suoi colleghi dell’Ossola.  In valle non mancano forti resistenze. Il ricorso al Tar è stato appoggiato dai sindaci di Crodo, Santa Maria Maggiore, Piedimulera e Pallanzeno. Non tutti contrari all’ospedale unico, ma semmai alla sua dislocazione, scelta ritenuta illogica e antieconomica. 

Ricordiamo che la nuova struttura ospedaliera (330 posti letto, un costo stimato di 178 milioni) verrà costruita nella parte alta di Ornavasso, verso Gravellona Toce. Area per la quale il consiglio comunale di Ornavasso aveva approvato, all’unanimità, la variante lo scorso mese di novembre. 

 

Renato Balducci 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa