logo1

Ubaldo Rodari in mostra a Palazzo Parasi a Cannobio

Esposta una selezione di opere frutto di 13 anni di lavoro. "Spazio negato-Spazio immaginato" il titolo della personale

cannobio rodari

 

Quando spazio e pittura si incrociano nascono nuove visioni del territorio pittorico. Sono quelle di Ubaldo Rodari, direttore artistico del Brunitoio di Ghiffa. Il pittore e incisore originario di Bergamo ma verbanese d’adozione espone a Palazzo Parasi a Cannobio fino al 6 maggio. “ Spazio negato - Spazio immaginato ” il titolo della mostra, offerta al pubblico una selezione di opere frutto di 13 anni di lavoro.

Rodari inscrive la sua investigazione pittorica nella tradizione dell’astrazione e tuttavia formula un vero e proprio discorso intorno alla pratica della pittura e dell’incisione. Curatore della mostra è Antonio D’Avossa.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa