logo1

Frana Ponte Ribellasca: oggi il sopralluogo delle istituzioni

 frana sopralluogo bis

Nel pomeriggio monitoraggio dello smottamento con un drone. Giovedì 5 aprile nuova riunione in Prefettura per capire i tempi del cantiere per la messa in sicurezza della ss337, i lavori di somma urgenza saranno finanziati dalla Regione

Frana di Ponte Ribellasca: nel pomeriggio attraverso il sorvolo da parte di un drone si monitorerà la montagna a monte e si cercherà di capire che tipo di disgaggio sarà necessario effettuare. Poi i tecnici di Anas, Regione e Comune si riuniranno per ipotizzare i tempi per dare avvio ai lavori di somma urgenza per la messa in sicurezza, saranno finanziati dalla Regione che trasferirà al Comune i fondi per procedere. E' quanto è stato deciso stamattina nel corso della riunione a Re alla quale hanno preso parte politici, amministratori, forze dell'ordine. Nuovo incontro in Prefettura giovedì 5 aprile.

La riunione è stata preceduta dal sopralluogo sulla frana. C'erano Anas, tutti i sindaci della Valle dei Pittori, il sindaco di Cannobio Albertella, i parlamentari locali Cristina, Montani, Borghi e Gusmeroli, il vice presidente piemontese Resschigna, il presidente del VCO Costa, il vice prefetto ed il vice questore oltre al direttore della Ferrovia Vigezzina Daniele Corti perché la frana ha intreressato anche i binari della ferrovia internazionale.

Non è mancata una dura presa di posizione di Reschigna nei confronti di ANAS: "E' trieste vedere di fronte a questa situazione lo scarico di responsabilità. Noi abbiamo il dovere di intervenire, indipendentemente dal fatto che non competa alla Regione" ha spiegato.

Il sindaco di Re Pastore è tornato ad evidenziare l'importanza dell'arteria percorsa quotidianamente da 1500 frontalieri ed ha aggiunto: "Le premesse per stringere i tempi ci sono".

Il presidente del VCO Costa ha sottolineato le criticità presenti lungo la strada alternativa alla 337 per raggiungere la Svizzera, la Cannobina, con il cantiere con senso unico alternato a Ponte Falmenta, i limiti di peso di 12 T e di sagoma di 7 mt e mezzo. Divieto di transito ai camper per agevolare il passaggio dei frontalieri.

Presente all'incontro il sindaco di Cannobio Albertella perchè il traffico frontaliero dalla Cannobina avrà sbocco sulla ss 34 con prevedibile congestionamento del traffico all'incrocio all'ingresso di Cannobio, Albertella ha spiegato di aver attivato la polizia municipale ma ha chiesto anche il supporto di Questura e Prefettura.

Dicevamo, nella frana coinvolti anche i binari della Ferrovia Vigezzina. Si tratta comunque di danni non ingenti, ha spiegato Corti, serviranno un giorno o un giorno e mezzo di lavoro per sistemare il danno, il problema è capire quando i tecnici potranno intervenire in sicurezza.

Dalla Vigezzina riferiscono che per la giornata di Pasquetta è naturalmente sospeso il servizio internazionale tra Domodossola e Locarno, funziona invece regolarmente il servizio ferroviario locale fino a Re. Ulteriori aggiornamenti sul sito www.vigezzinacentovalli.com o sulla relativa pagina Facebook.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa