logo1

Controlli ad opera dei carabinieri in Ossola. Recuperati 250kg di rame rubati

I carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato un 41enne residente in città. Il materiale è stato restituito al proprietario
 
 
rame3
 
 
Stava rubando rame da un’azienda di lavorazione metalli il domese di 41 anni, P.S. le iniziali, arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Domodossola, per furto in flagranza. I militari stavano eseguendo un controllo di perlustrazione notturna quando hanno sentito dei rumori e sono entrati a vedere. Il quarantunenne, colto sul fatto, ha tentato dapprima di nascondersi nel buio e poi di darsi alla fuga, ma è stato immediatamente inseguito, raggiunto e bloccato dai militari del Capitano Davide Lazzaro. Per lui sono scattati gli arresti domiciliari, mentre il materiale recuperato, ben 250 chili di rame del valore di circa 2000 Euro, è stato  già restituito al legittimo proprietario.
E sempre i Carabinieri del Nor ossolano hanno denunciato un ventinovenne di origine romena, residente a Domo, già noto alle forze dell’ordine, per detenzione ai fini di spaccio di cocaina. Sono state segnalate alla Prefettura altre tre persone, tutte residenti in città, per uso personale di stupefacenti. In tutto sono stati sequestrati 2,5 grammi di cocaina. 
Denunciato poi a piede libero per guida in stato di ebbrezza un cinquantottenne, P.G., che, sottoposto all’etilometro, aveva un tasso di 1,74 G/L. I militari, durante le verifiche, hanno rilevato che l’uomo, residente a Domodossola, era alla guida nonostante gli fosse stata revocata tre anni fa la patente per lo stesso motivo. Poco credibili le scuse dell’uomo, che  ha detto di essersi messo al volante perché, dopo una cena al ristorante in compagnia della moglie, la donna non si sentiva di mettersi alla guida perché riteneva di avere bevuto troppo.
I militari hanno messo in atto una serie di controlli su tutto il territorio con il supporto del Nas e di altri reparti, soprattutto nei locali e nella zona della vita notturna. Controllate 137 persone e 124 auto, 10 le contravvenzioni elevate, tre per guida in stati di ebbrezza. Ritirata una patente. I militari hanno anche proposto la chiusura di un esercizio pubblico e sospeso l’attività di un altro. Elevate sanzioni amministrative per 15 mila euro. 
 
Maria Elisa Gualandris 
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa