logo1

Ai domiciliari il nonno che violentò ripetutamente la nipotina

torino tribunale

Concessi i domiciliari al nonno che, nella Bassa Ossola, violentò la nipote adolescente.

Dopo un solo anno di carcere, per motivi di età e di salute è già stato riaccompagnato ai domiciliari, per scontare a casa sua i due anni che restano di condanna per un reato infamante: pedofilia nei confronti della propria nipote asdolescente. La notizia è emersa solo ora, anche se l'uomo è stato condannato un anno fa. Ha settantuno anni, vive in un paese della Bassa Ossola, e secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, per tre mesi aveva violentato la figlia di suo figlio, con cadenza settimanale e a volte bisettimanale. Fino a quando la ragazzina ha trovato il coraggio di chiedere aiuto. Il padre allora ha subito sporto denuncia, sono partite le indagini. L'anziano a ottobre del 2015 è stato condannato a tre anni di carcere, ma le sue condizioni di salute a quanto pare non sarebbero compatibili con il regime di detenzione. Così è tornato a casa, poco distante dalla nipote della quale è stato il carnefice e alla quale non basterà tutta la vita per dimenticare ciò che ha subito.

 

Maria Elisa Gualandris

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa