logo1

Omegna: ancora aperto il contenzioso tra comune e rom

La questione tornata sotto i riflettori dopo il censimento proposto dal Ministro Salvini

omegna rom

 

La comunità Rom in Italia è tornata sotto i riflettori negli ultimi giorni. Il censimento proposto dal Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha innescato parecchie reazioni. La domanda che può sorgere spontanea è se ad Omegna il campo Rom sia ancora presente. La risposta è affermativa, visto che è ancora aperto un contenzioso tra comune e Rom. Il sindaco Paolo Marchioni aveva tra le priorità del proprio mandato lo sgombero del campo, sito nei pressi dell’impianto sportivo de La Verta-Brughiere. In effetti, già nello scorso autunno si era attivato per restituire il terreno al comune, ma poi sono subentrate più complicazioni e così l’operazione è inesorabilmente rallentata. I Rom hanno presentato un ricorso con sospensiva contro il comune di Omegna. Ora il ricorso è in attesa del responso del Tar. “Noi ci costituiremo, con l’avvocato Alberto Savatteri di Torino, e chiederemo il rigetto del ricorso” il commento di Marchioni. Tuttavia, l’obiettivo della giunta di Centrodestra non è cambiato nel corso dei mesi. “Vogliamo eliminare definitivamente il campo Rom – dice Marchioni –. I circa 15 Rom non possono più occupare abusivamente quella zona de La Verta-Brughiere. È un terreno di proprietà comunale e come tale deve tornare a nostra disposizione”. Sulle tempistiche, però, il primo cittadino non si sbilancia. “Essendoci una questione giudiziaria in corso i tempi e le modalità non dipendono da noi – aggiunge –. Posso, comunque, assicurare gli elettori che non appena avremo risolto il cautelare, riprenderemo le manovre per sgombrare il campo”.

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa