logo1

Si torna a parlare del progetto di ampliamento San Domenico Devero

Raccoglie nuove adesioni la petizione che contesta il progetto "Avvicinare le montagne". Costa : " Ci sono scritte cose non vere "

 

sandomenico

 

Il progetto “Avvicinare le montagne”, relativo al collegamento tra l’Alpe Devero e San Domenico continua a far discutere. Raccoglie nuove adesioni la petizione lanciata sul portale web charge.it in cui viene si contesta la proposta sostenuta invece  dalla provincia e dai comuni di Varzo, Trasquera, Baceno e Crodo, oltre che da San Domenico Ski. La raccolta firme non è assolutamente piaciuta al presidente del Vco Stefano Costa. “Sono state scritte cose non vere e a breve faremo una segnalazione ufficiale – commenta –. Ho sempre detto di essere disponibile al dialogo e al confronto, ma molte persone piuttosto che sedersi intorno ad un tavolo preferiscono proseguire la diatriba in maniera fuorviante e pretestuosa”. Ma cosa c’è scritto sulla petizione? “Ci sono molte imprecisioni – aggiunge Costa –. In primo luogo si dice che il Devero è minacciato da questo progetto, ma in realtà non è assolutamente vero visto che non verrà realizzato nulla senza il consenso di tutti. Nessuno vuole il degrado del Devero, nessuno vuole danneggiare il paesaggio e l’ambiente, tanto che per l’intera durata della procedura vigileranno appositi organismi competenti che valuteranno ogni intervento”. Sul documento, disponibile online, si dice anche che “il piano mira a collegare l’Alpe Devero a San Domenico tramite una funivia di 60 posti con grandi piloni e due enormi stazioni: un impianto nuovo, non consentito in un’area tutelata”. Su tale passaggio la risposta di Costa è chiara: “Viene detto il falso perché il master plan non comprende un simile intervento che non è oggetto di discussione”. Inoltre, sulla petizione si legge che “il progetto porterebbe benefici per pochi e certamente danni irreparabili e permanenti per tutti”. “È un documento ricco di dietrologia gratuita e populista – conclude Costa –. Siamo disponibili al confronto, ma non a leggere certe affermazioni parziali e superficiali”.

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa