logo1

Il Direttore Generale ASL VCO Angelo Penna risponde al Sindaco Pizzi

Con un comunicato stampa diffuso in serata il Direttore Generale dell'ASL VCO interviene sull'uso degli ambulatori per la somministrazione di vaccini. Nel ricordare che il diritto alla salute va garantito a tutti senza discriminazioni il D.G. Penna rassicura rispetto al fatto che non esistono rischi per la salute di alcuno. Di seguito il comunicato stampa integrale. 

asl vco vertici

 

COMUNICATO STAMPA

In merito alla lettera inviata dal Sindaco della Città di Domodossola Lucio Pizzi al Direttore Generale dell’ASL VCO Dott. Angelo Penna relativamente all’uso degli ambulatori per la somministrazione dei vaccini, si rende opportuno e necessario chiarire e puntualizzare la situazione:
 
- il Direttore Generale ringrazia il Sindaco e il cittadino il cui intervento consente di rassicurare la popolazione sui presunti rischi di salute pubblica e di ribadire l’importanza dell’attività vaccinale per tutti i bambini
- la Struttura Semplice Dipartimentale di Igiene e Sanità Pubblica gestisce ambulatori a Verbania, a Domodossola e ad Omegna e l’organizzazione in essere prevede che le sedute siano differenziate in modo che non ci sia mai coincidenza tra le sedute vaccinali pediatriche, per gli adulti e per i richiedenti asilo
-per quanto attiene i richiedenti asilo si precisa che la Regione Piemonte ha individuato un unico centro regionale di arrivo e di smistamento a Settimo Torinese dove vengono effettuate visite e screening, pertanto i richiedenti asilo accolti nei centri di accoglienza del VCO sono già stati valutati rispetto alle più importanti patologie infettive trasmissibili, oltre che rispetto a tutte le altre situazioni di rischio che il medico visitatore può individuare
-i migranti vengono presi in carico dal centro ISI (Informazione e Salute Immigrati) dell’ASL VCO e se necessario vengono eseguiti ulteriori approfondimenti diagnostici e terapeutici
-il Responsabile della SSD Igiene e Sanità Pubblica e l’Azienda Sanitaria, alla luce del programma di vaccinazione svolto e della epidemiologia delle principali malattie infettive, non ritengono che esista alcuna possibilità di diffusione di malattie infettive come conseguenza dell’attività di prevenzione vaccinale sulla popolazione generale ed in particolare sulla popolazione pediatrica dei residenti nel VCO
 
 Il Direttore Generale ricorda che il diritto alla salute va garantito a tutti senza discriminazioni nel rispetto dei protocolli di sicurezza sanitaria, ad oggi sempre applicati in questa Azienda Sanitaria, e rassicura il Sindaco e il cittadino che ha sollecitato l’intervento del Sindaco, che allo stato attuale non esistono rischi per la salute.
 
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa