logo1

Sotto la valanga, il racconto su Fb

sempione valanga

Su Facebook il racconto di uno degli scialpinisti travolti ieri dalla valanga sul Sempione. Maffeis scrive: <Ricomincio una vita che ho pensato di non vedere più>.

Tre persone sono state travolte dalla grossa valanga che si è staccata ieri sul Sempione, sul Breithorn; stanno bene, fortunatamente solo una sarebbe rimasta ferita ma lievemente. Sono state recuperate dal soccorso alpino svizzero con 4 elicotteri. Risiederebbero nella nostra zona, erano parte di un gruppo che aveva optato per una giornata dedicata allo scialpinismo benché il bollettino domenica indicasse un marcato pericolo valanghe in quell’area, pari a 3 su una scala di 5.

Il racconto arriva da Facebook ed è stato fatto proprio da una delle persone coinvolte dalla valanga, Marco Maffeis. Che per altro dovrebbe essere abbastanza esperto, durante la descrizione dell’incidente scrive: <E’ tutto esattamente come nei video e nelle testimonianze che per anni ho usato durante le lezioni ai corsi>. Sul social racconta quella che avrebbe dovuto essere una giornata leggera e con condizioni non particolarmente preoccupanti. <L’unica perplessità è sul ben noto traverso sotto le pendici dell’Hubschhorn – scrive-, ma una volta arrivati lì ci rendiamo conto che la situazione è tranquilla> dice, riferendo anche di un altro centinaio di persone in zona. L’incidente verso le 12,30 circa 100 m sotto il Breithornpass. Un urlo e l’enorme lastrone che travolge i 3 scialpinisti, Marco, un amico e un'amica. Tutti hanno uno zaino con il sistema Snowpulse, chi racconta non ha la maniglia a portata di mano e non riesce ad attivarlo, gli altri due si. <Restano, forti, gli interrogativi per capire come sia potuto accadere> prosegue, esprimento dubbi su un distacco spontaneo o provocato, aggiungendo: <Nessuno infatti ricorda un distacco di simili proporzioni in quel punto>. <Facciamo che dal prossimo anno mi toccherà festeggiare un altro compleanno. Il 27 novembre. Perché oggi, in un certo senso, ricomincio una vita che per qualche istante ho pensato di non vedere più> la conclusione di Maffeis. Sempre in Facebook decine i commenti a quanto raccontato. Abbiamo sentito alcune guide alpine professioniste che ci riferiscono di un pericolo valanghe noto in questi giorni, sabato di 4 su 5, quindi forte, sceso a 3 domenica ma comunque sempre marcato e soprattutto oltre una certa quota vista l’enorme quantità di metri cubi di neve presenti.

 

di Laura Fabbri 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa