logo1

Omegna: si cerca di tenere in vita il consiglio di quartiere de La Verta-Brughiere

L'amministrazione comunale tenterà una serie di surroghe dopo le dimissioni di 10 dei 12 componenti del consiglio di quartiere

 

omegna elicotteroCon delle surroghe l’amministrazione comunale cerca di mantenere in vita il consiglio di quartiere de La Verta-Brughiere dopo le dimissioni di 10 dei 12 componenti. L’obiettivo è quello di non smantellare il consiglio fino alla primavera del 2019, quando si andrà alle naturali elezioni non soltanto a La Verta-Brughiere ma in tutti le altre 6 frazioni (Omegna Centro, Borca, Agrano, Bagnella, Crusinallo e Cireggio ). Attualmente i consiglieri in carica sono rimasti soltanto Paolo Selmo e Massimo Combi. Tutti gli altri, a partire dal presidente Antonino Ribellino e dalla sua vice Catia Fornara, hanno trasformato le loro momentanee autosospensioni in dimissioni. L’assessore ai rapporti con i quartieri Sabrina Proserpio e il segretario comunale hanno trovato una soluzione per evitare il definitivo decadimento del consiglio. Verranno coinvolti i 6 candidati che nelle precedenti elezioni, datate 2014, non erano stati selezionati dalla popolazione. Se tutti e 6 dovessero accettare, andrebbero ad affiancare Selmo e Combi e si ricomporrebbe così il consiglio di quartiere con i numeri certificati dal regolamento comunale. “Noi abbiamo tutta l’intenzione di ascoltare e collaborare con il quartiere de La Verta-Brughiere, come ho detto anche nell’ultima assemblea, quella in cui ci sono state le dimissioni di massa – afferma Proserpio –. Se non ci fosse risposta positiva di tutti e 6 i candidati non eletti nel 2014, allora valuteremo un’altra soluzione”.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa