logo1

Malmena la figlia sul lungolago, mamma omegnese arrestata dalla Polizia

E' accaduto ieri sera. La piccola, 8 anni, è stata portata al DEA dell'ospedale Castelli di Verbania ed è poi stata affidata ai servizi sociali

 omegna commissariato

 

Ha preso a schiaffi e malmenato la propria figlia di 8 anni nella zona di lungolago Gramsci. La donna, omegnese, classe ‘79’, è stata arrestata dagli uomini del commissario Patera ed attualmente si trova in nell’apposita sezione femminile del carcere di Vercelli. L’episodio è avvenuto ieri sera intorno alle 23,30: una chiamata al commissariato cusiano ha spiegato quello che stava avvenendo davanti agli sguardi attoniti di diversi passanti. Pronto l’intervento della volante, con il supporto, poco dopo, anche di un ufficiale di polizia giudiziaria e della medicalizzata del 118. La donna, già nota alle forze dell’ordine con vari precedenti tra cui reati contro il patrimonio, minacce, lesioni personali, furto e guida sotto l’effetto di stupefacenti, era in evidente stato di alterazione, mentre la bambina di 8 anni piangeva. La prima preoccupazione dei poliziotti è stata quella di isolare la minore, mentre la mamma continuava il suo show fatto di minacce e grida. La bambina è stata medicata per una lacerazione, poi trasportata al pronto soccorso del Castelli e successivamente è stata affidata ai servizi sociali. La mamma invece è stata portata in commissariato e poi tratta in arresto. Per lei ci sono accuse di resistenza a pubblico ufficiale, minacce, oltraggio e danneggiamento ed è probabile anche l’accusa per lesioni aggravate a minori. Quanto successo è stato anche denunciato alla Procura Minorile di Torino.

 

di Daniele Piovera

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa