logo1

Lungolago di Omegna invaso dai camper, serve una regolamentazione

Il problema è emerso in particolare nel corso dell'ultimo weekend in corrispondenza con i festeggiamenti di San Vito

omegna camper

 

Tantissimi camper nell'ultimo fine settimana, complice anche il clou dei festeggiamenti di San Vito, hanno preso d'assalto Omegna. La loro presenza in città non è passata inosservata: monopolizzato tutto il lungolago dall'ex Kelly al porticciolo di Bagnella, camper parcheggiati anche nel piazzale del centro sportivo e davanti all'ospedale.  L'area camper lago d'Orta invece non era al completo, con diversi stalli liberi. Da qui un legittimo e giustificato malumore da parte di chi gestisce l'area attrezzata. " Credo che la situazione vada regolamentata- spiega Massimiliano Ferrari- perchè se si continua così ci rimette chi, come noi, ha  fatto degli investimenti notevoli.  Abbiamo già affrontato questa problematica con l'amministrazione, con cui per altro il rapporto è molto costruttuivo e ci è stato assicurato che presto ci saranno delle novità" conclude Ferrari. Parole confermate anche dall'intervento dell'assessore al turismo, Mattia Corbetta. " Il fatto che i camperisti in questa estate abbiano scelto Omegna- spiega Corbetta- è un vanto per la città ed è un segnale che si sta andando nella giusta direzione.  Non possiamo però ignorare che effettivamente nei week end di punta ci sono delle situazioni che vanno monitorate e migliorate: è opportuno mettere dei paletti, anche per tutelare chi ha un'attività come quella dell'Area Camper Lago d'Orta.  A mio parere una soluzione potrebbe essere vietare la sosta lungolago, in modo tale che i camperisti siano in un certo senso obbligati a scegliere la struttura attrezzata di Bagnella" conclude Corbetta.

 

di Daniele Piovera

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa