logo1

Riprendono le ricerche di Dino Fariselli, il pensionato disperso nei boschi di Craveggia

Intanto nelle ultime ore due interventi di soccorso in montagna, all'Alpe Soi a Bannio Anzino e a Bocchetta di Campo in Val Grande

craveggia disperso sito

 

Riprendono nei prossimi giorni le ricerche di Dino Fariselli, il pensionato scomparso lo scorso 27 settembre nei boschi di Craveggia al rientro da un'escursione alla ricerca di funghi. Saranno utilizzati anche i droni messi a disposizione dalla locale Associazione Carabinieri in congedo.

Stamattina in Prefettura riunione per pianificare le nuove ricognizioni in zona presieduta dall'inquilino di Villa Taranto Iginio Olita. Hanno partecipato il SAGF, i Vigili del fuoco, il Soccorso alpino, il Coordinatore provinciale dei volontari della protezione civile, i vertici provinciali delle forze dell'ordine e il sindaco di Craveggia.

Il comandante del SAGF ha precisato che comunque le ricerche del pensionato di Rho del quale si è occupata anche la trasmissione Rai "Chi l'ha visto" non si sono mai interrotte del tutto. Anche dopo la sospensione decisa il 1° ottobre infatti, dopo 5 giorni di attività incessante da parte di circa 150 uomini, tra forze istituzionali e volontari, ogni settimana comunque una squadra SAGF ha continuato a perlustrare le montagne, purtroppo senza esito.

Le ricerche di Fariselli riprenderanno con l'impiego di tutte le forze presenti all'incontro e saranno programmate compatibilmente con le condizioni meteo.

Intanto nelle ultime ore duplice intervento in montagna da parte del Soccorso Alpino:

la stazione di Macugnaga all’Alpe Soi , a Bannio Anzino, ha soccorso ieri sera un 73 enne del posto, non era rientrato a casa, era scivolato e presentava diversi traumi, già l'anno scorso era stato soccorso dai volontari perché caduto sempre nella stessa zona. Presenti anche SAGF e sanitari del Corpo Nazionale Alpino e Speleologico. Il ferito è stato portato dal 118 all'ospedale di Domodossola con una medicalizzata.

Nel primo pomeriggio poi l'elicottero 118 è intervenuto in Val Grande, a Bocchetta di Campo, per una persona colpita da malore. Visto il forte vento in quota sono stati allertati i volontari del locale Soccorso Alpino, il SAGF e i Carabinieri forestali. Il paziente è stato portato all'ospedale di Verbania.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa