logo1

Nuove forti piogge attese su VCO e Alto Novarese. Arona si prepara all'esondazione del lago

Lago Maggiore però ancora sotto la soglia di guardia. Ferrovia Vigezzina ferma sul versante italiano anche il 1° novembre, funzionano i bus sostitutivi. A Villadossola situazione sotto controllo, lunedì dovrebbe riaprire la scuola

 

villadossola maltempo 04

 

Dopo una giornata di tregua torna l'allerta, moderata, di grado 2, per VCO e Alto Novarese nelle prossime 36 ore. E' questa l'indicazione del nuovo bollettino ARPA, attese piogge a tratti anche intense, specialmente nel pomeriggio di giovedì, temporali e vento. Si temono limitate esondazioni e l'attivazione di frane. Quota neve a 1500/1900 metri.

Il Lago Maggiore resta "sorvegliato speciale" alla luce delle precipitazioni previste. Oggi il livello idrometrico ha raggiunto quota 194,76, è ancora al di sotto della soglia di guardia, 195, così come a quella di esondazione a Pallanza, 195,5.

<Dipenderà molto dalle prossime piogge e dalla quota neve che ancora è abbastanza variabile> afferma il responsabile della Protezione Civile provinciale Stefano Barassi, che si dice comunque moderatamente ottimista, il lago potrebbe esondare nella zona di Pallanza, spiega, ma senza grandi disagi. Domani comunque sarà aperta la sala operativa della Protezione Civile, l'allerta 2 fa scattare la riapertura dei Centri Operativi Comunali di Omegna e Verbania. Attivo anche quello di Premosello.

E' allerta meteorologica per il lago invece ad Arona dove si attende l'esondazione per il 2 novembre, o anche prima. Attivato il COC e disposto, grazie al gruppo AIB di Montrigiasco, il monitoraggio costante dei torrenti Vevera e Arlasca. Distribuzione di volantini informativi in zona Riviera/Santa Monica, la polizia locale comunicherà con megafono circa la necessità di spostare le auto e liberare garage e cantine. Informata la Prefettura e allertata la Protezione Civile provinciale, invitati anche i commercianti di Viale Marconi ad attrezzarsi per difendere le vetrine dei negozi qualora necessario.

Apertura straordinaria degli uffici comunali il 2 novembre. Posizionate transenne nei punti critici nel caso dovesse essere necessario chiudere al traffico alcune vie. <Prevenire è meglio che curare> rimarca il sindaco Alberto Gusmeroli.

Siamo ora agli aggiornamenti rispetto ai danni del maltempo delle scorse ore: chiusa anche il 1 novembre la linea internazionale della Ferrovia Vigezzina per le piante cadute lungo il percorso; i lavori di ripristino, su tre fronti differenti, stanno proseguendo nonostante la pioggia. Probabile la riattivazione del traffico per venerdì. Attivi servizi autobus sostitutivi per la Valle Vigezzo, da Domodossola (terminal bus) a Re e viceversa. Regolare il traffico regionale sulla tratta svizzera tra Locarno e Camedo.

Verifiche oggi a Villadossola, la zona, con la Valle Antrona, colpita da una tromba d'aria circa 24 ore fa. Il sindaco Bruno Toscani riferisce:<La situazione è sotto controllo, il tetto della scuola è in sicurezza, stiamo valutando la possibilità di riaprirla lunedì, potrebbero permanere problemi su alcuni laboratori che non pregiudicano l'attività didattica>. Si attiverà un procedimento d'urgenza ma ci vorrà un pò di tempo per ripristinare le condizioni di sicurezza al cimitero della Noga, in queste festività non sarà accessibile, occorrerà capire anche se le piante cadute hanno danneggiato tombe.

Ricordiamo che la notte di paura all'imbocco della Valle Antrona ha lasciato profondi segni, molti i tetti danneggiati (ma non si segnalano persone fuori casa) così come le piante sradicate.<Ci interessava risolvere al più presto il problema della viabilità ed è stato fatto, tutte le strade sono percorribili, poi faremo anche una verifica sulle piante ad alto fusto> conclude Toscani.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa