logo1

Lunedì un'idea più precisa di quando potranno riprendere i lavori sulla frana di Cannobio

Il  sindaco: <Non conosciamo quali siano le prescrizioni, i lavori sono in capo ad Anas>. Dall'Asl VCO spiegano di aver eseguito quanto disposto dall'autorità competente, di non essersi mossi di propria iniziativa nel caso in oggetto

cannobio frana4

 

Lunedì si potrà avere un’idea più precisa di quando riprenderanno i lavori sulla frana di Cannobio, al momento fermi a seguito del verbale elevato dallo Spresal all’impresa incaricata per il disgaggio.

<Non conosciamo quali siano le prescrizioni, i lavori sono in capo ad ANAS e la stessa ANAS ha dato l’incarico alla ditta> spiega il sindaco di Cannobio Giandomenico Albertella. La speranza è quella di accorciare i tempi il più possibile, che la ditta presenti già a inizio settimana prossima le prescrizioni richieste, la stessa ANAS auspica una rapida presentazione all’Asl della documentazione.

Dall’Azienda Sanitaria del VCO comunicano che nel caso citato dall’Ente Strade il ruolo dell’ASL è stato quello di esecutore di quanto disposto dall’autorità competente, l’azienda non si è mossa di propria iniziativa.

Intanto resta il gravissimo disagio per i lavoratori e gli studenti che quotidianamente percorrevano quel tratto di strada. <Ora ci sono persone che partono alle 4 di mattina da Verbania per andare in Svizzera e rientrano alle 20. E’ disumano, non ci sono né parole né commenti> dice il sindaco Albertella.

Complicato anche fronteggiare le emergenze in questa situazione. Da non dimenticare infine i danni economici, ad esempio per i commercianti verbanesi, fissi e ambulanti con gli svizzeri che non possono raggiungere la città in particolare per il tradizionale shopping del sabato.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa