logo1

Michele Riondino ha aperto ieri la stagione teatrale della Fabbrica di Villadossola

Sul palco "Il maestro e Margherita". Sabato c'è "Il lago dei cigni", il teatro torna il 9 dicembre con Gaia De Laurentis in una commedia brillante

riondino

 

"Il maestro e Margherita" con Michele Riondino ha aperto ieri la nuova stagione teatrale della Fabbrica di Villadossola. Uno spettacolo per la regia di Andrea Baracco tratto dall'omonimo romanzo di Michail Bulgakov portato in scena dal Teatro stabile dell'Umbria.

Bravissimi gli attori della compagnia in una delle più strazianti e straordinarie storie d'amore della letteratura, eccezionale l'interpretazione di Riondino nei panni di un Lucifero che strizzava l'occhio al Joker di Batman. Diversi i registri dello show, dal momento comico alla tirata tragica, dal varietà più spinto all’interrogarsi su quale sia la natura dell’uomo e dell’amore, in un gioco quasi funambolico. Decisamente impegnato il testo, per uno spettacolo piuttosto lungo.

Soddisfatta l'amministrazione per la stagione appena avviata. 

La stagione teatrale della Fabbrica prosegue il 9 dicembre con Gaia de Laurentis e Ugo Dighiero impegnati in una commedia divertente ed esilarante, "Alle 5 da me": racconta i disastrosi incontri sentimentali di un uomo e una donna. Si comincia sempre alle 21.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa