logo1

Maxi esercitazione a Premosello Chiovenda

Impegnati 140 volontari in scenari differenti. C'erano anche 4 unità cinofile e l'elicottero

premosello esercitazione

 

Domenica di emergenze a Premosello Chiovenda, impegnate 140 persone su diversi scenari, fortunatamente si è trattato di un'esercitazione di protezione civile, operazione "Damatra 3". C'erano anche 4 unità cinofile e l'elicottero Eliossola. Volontari impegnati per lo spegnimento di due incendi:uno all'interno del Parco nazionale Val Grande con lanci di acqua dall elicottero nei pressi di Lut e uno sopra le alture di Cuzzago. Altri scenari hanno visto la ricerca di un disperso nelle campagne di Cuzzago, impegnati anche i cani, e il recupero di un ferito a Colloro con la strada chiusa per frana; l'ambulanza non ha potuto proseguire oltre lo smottamento, il paziente è stato raggiunto con mezzi della protezione civile. Il Soccorso Alpino ha recuperato un ferito con tecniche particolari in un canalone di un rio a Colloro, evacuati poi cinque pazienti dalla casa di riposo; impossibile ricoverarli presso gli ospedali di Domodossola e Verbania a causa dell' interruzione per alluvione delle strade, sono stati portati a Cuzzago al Coc dove la Croce Rossa aveva montato una tenda con un punto di primo soccorso avanzato. Sempre presso la casa di riposo si è sviluppato un incendio, nella zona delle cucine, due persone ustionate sono state portate al punto di primo di soccorso. Simulata l'evacuazione di aree minacciate dall'esondazione del Rio Meggiola a Cuzzago e del Rio del Ponte a Premosello, con una persona disabile a Cuzzago da assistere e un codice rosso a Premosello in arresto cardiaco. I Carabinieri e la Polizia locale hanno bloccato le strade, la Protezione civile ha evacuato le persone e la Croce Rossa è intervenuta a livello sanitario. Le prove sono state preparate dal sindaco Giuseppe Monti che ha coordinato tutte le operazione dal Coc, centro operativo comunale di Cuzzago, ad eccezione di quella del Soccorso Alpino e della ricerca del disperso. Le prove sono state a sorpresa durante la mattinata. Il primo cittadino ha parlato di una giornata importante che ha messo a dura prova i volontari, lo stesso a inizio esercitazione ha ricordato il volontario del Soccorso Alpino Giovanni Della Ferrera con un grosso applauso da parti di tutti i partecipanti.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa