logo1

Stresa cerca soluzioni per la gestione del Palazzo dei Congressi e del porto

Atto di indirizzo votato dal consiglio comunale che non ha risparmiato critiche al vicino Comune di Baveno per la questione "Maggia"

 

stresa comune

 

Stresa cerca soluzioni per la gestione del Palazzo dei Congressi e del porto. Il consiglio comunale ha votato negli scorsi giorni un atto di indirizzo propedeutico all’affidamento delle due strutture a Stresa Servizi. Se sul porto l’amministrazione comunale sapeva da tempo che si sarebbe dovuto trovare un ente in grado di gestirlo, invece diversa è la situazione per il Palazzo dei Congressi. In pochi, infatti, si aspettavano la disdetta del contratto in essere da parte dell’Ente Fiera, che il prossimo aprile abbandonerà l’immobile. “Ci siamo trovati un po’ spiazzati – ha detto il sindaco Giuseppe Bottini –. Il Palazzo dei Congressi in futuro diventerà sempre di più un luogo in cui fare concerti e spettacoli. In tal senso ben vengano i 550mila euro dalla Regione per la sistemazione dell’acustica del teatro”. Non ha risparmiato alcune critiche Marcella Severino di “Progetto Comune”. “Il Palazzo dei Congressi non è più appetibile sul mercato, perché da troppo tempo non è utilizzato e sfruttato a dovere – ha sottolineato –. Era necessario un atto di indirizzo per comprendere quale sia la strada migliore da seguire”. Non sono mancati, poi, alcuni attacchi al vicino comune di Baveno per la questione “Maggia”. È stata la stessa Severino, insieme ai colleghi Alessandro Bertolino e Stefania Sala, ad accendere la miccia. “Noi votiamo contro il rinnovo della convenzione per la gestione congiunta con Baveno della commissione paesaggio – ha annunciato Severino –. Stresa può camminare da sola e non ha bisogno di Baveno, che si è comportata male nei nostri confronti”. La maggioranza ha votato a favore dell’ordine del giorno sulla commissione paesaggio, ma Bottini non ha usato parole al miele nei confronti della collega Maria Rosa Gnocchi. “Ha già subito il contraccolpo del suo comportamento scorretto – ha affermato –. Non è stata, infatti, eletta presidente provinciale perché nessun consigliere di Stresa l’ha votata”.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa