logo1

23 i coraggiosi sabato per il cimento invernale a Cannobio

In ciabatte sulla neve, hanno affrontato i 3 gradi dell'aria e i 7 dell'acqua

 

cannobio cimento

 

Sandali, ciabatte e gambe nude sulla neve sono solitamente ad appannaggio delle fashion addict più incallite... sabato mattina però, in una delle giornate più fredde di questo inverno, a sfidare la colonnina di mercurio sono stati loro, i 23 coraggiosi protagonisti del cimento invernale di Cannobio, 16° edizione.

Un'iniziativa dell'assessorato comunale allo sport e degli Amici del tuffo, il ritrovo nella zona dell'imbarcadero.

Tanta la gente imbacuccata in sciarpe e piumini ad assistere, in costume e sombrero i cimentisti hanno affrontato i 3 gradi dell'aria e i 7 circa dell'acqua.

<C'erano le "Anitre selvagge" di Genova, alcuni partecipanti dalla vicina Svizzera, altri da Como, insieme con noi cannobiesi> spiega Antonio Odelli, anima del cimento insieme con l'amico Andrea Marforio. L'auspicio degli organizzatori, per i prossimi anni, è quello di riuscire a coinvolgere di più i giovani della zona, per far crescere il numero di partecipanti alla manifestazione, contenuto rispetto ad altre zone più baricentriche e facilmente raggiungibili dagli appassionati di questo tipo di eventi. Ricordiamo che c'è un vero e proprio circuito di cimenti al quale gli habitué partecipano.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa