logo1

Ragazzi dispersi in Val Grande. Il grazie dei parenti ai soccorritori

 dispersi valgrande

I genitori di Luca e Christian hanno scritto una lettera per ringraziare quanti si sono adoperati per il loro ritrovamento

"Grazie ai nostri eroi". Dopo la disavventura vissuta in Valgrande, dove sono stati ufficialmente dispersi per due giorni, ringraziano con una lettera alla Prealpina i soccorritori. Gli autori della lettera sono i familiari di Luca Guarracino, 37 anni di Cassano Magnago, e Christian Antoniello, 31 anni, di Vergiate. Si erano persi nella zona di Cicogna il 24 marzo. Hanno resistito per due notti con la temperatura sotto zero, bevendo acqua dei torrenti e mangiando quello che trovavano nei boschi. L’alba del 26 marzo riuscirono ad accendere un fuoco e a farsi così individuare dalla squadre dei soccorritori.
«È da quando Luca e Christian sono tornati a casa - scrivono i familiari - che pensiamo a cosa potervi scrivere per ringraziarvi ma è difficile trovare le parole adatte perché quello che diremo non sarà mai abbastanza. Abbiamo visto uomini e donne avviare le ricerche con rapidità e professionalità, pianificare, collaborare e faticare per ore alla ricerca di due ragazzi che non conoscevano ma mettendoci lo stesso impegno come se fossero stati loro figli. Abbiamo visto vigili del fuoco e volontari del Soccorso alpino demoralizzati quando la giornata si concludeva senza novità. Abbiamo visto tante, tantissime persone, cosi tante da non poter ricordare tutti i volti o i nomi, e ci dispiace molto non potervi ringraziare personalmente a uno a uno, perché senza l’aiuto di ciascuno di voi oggi non saremmo qui a scrivere questa lettera».

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa