logo1

Prostituta cinese scoperta dalla Squadra Mobile di Verbania a Ornavasso

La donna è stata esplusa. Un uomo, sempre di nazionalità cinese, è stato denunciato. Sono in corso indagini per capire se siano coinvolte altre persone

 
 
 
polizia auto01
 
Controlli contro lo sfruttamento della prostituzione ad opera della Squadra Mobile di Verbania. Nella giornata di mercoledì, in una casa di Ornavasso i poliziotti hanno sorpreso una donna, classe 1972, di nazionalità cinese che si prostituiva. Nell'occasione sono stati sequestrati 900 euro in contanti, che erano nascosti in parte nella lavatrice e in parte nel frigorifero. Un uomo cinese è stato denunciato per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione e per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. La donna è stata invece espulsa e accompagnata in un centro per i rimpatri a Roma. Sono in corso indagini per verificare se siano coinvolte altre persone. 
Nei giorni scorsi sono stati incrementati i controlli della Polizia Stradale. A un giovane motociclista di origine tedesca residente nel varesotto sono stati decurtati ben 56 punti dalla patente. Gli agenti gli avevano intimato l'alt a Belgirate, lungo la Statale 33. La moto ha rallentato, come se si volesse fermare, ma poi è ripartita in direzione di Stresa. La pattuglia si è lanciata all'inseguimento. Il motociclista ha compiuto una serie di manovre azzardate, cercando di far perdere le proprie tracce imboccando una strada del centro di Stresa che però era senza uscita ed è stato così fermato. La patente gli è stata ritirata per non essersi fermato al posto di controllo e per guida pericolosa. Inoltre, alla luce di tutte le infrazioni commesse, compresi i sorpassi, gli sono stati decurtati 56 punti. Non era nuovo a commettere infrazioni: la sua patente ne aveva infatti solo 4. 
Infine, un agente del distaccamento di Polizia Stradale di Domodossola, mentre andava a lavorare, ha notato un'auto che compiva diversi sorpassi azzardati e procedeva a tutta velocità. Lo ha inseguito e bloccato, l'uomo è poi ripartito, ma è stato comunque identificato. Si trattava di un trentenne domese, già noto alle forze dell'ordine, che tra l'altro guidava una macchina con targa straniera. Per lui diverse sanzioni e sospensione della patente. 
 
 
di Maria Elisa Gualandris
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa