logo1

Omegnese minaccia i poliziotti, arrestato

L'uomo, visibilmente ubriaco, si è avvicinato a loro agitando le braccia e urlando

 

omegna panoramica

 

"Ti butto nel lago...sei morto": con queste ed altre frasi di minacce e insulti si è avvicinato ai poliziotti l'uomo G.C., omegnese, classe 1967, già noto alle forze dell'ordine, arrestato lunedì sera durante la festa di San Vito a Omegna dagli uomini del locale commissariato. I poliziotti, impegnati nel servizio di ordine pubblico alla celebrazione della patronale, stavano scortando per motivi di sicurezza l'incasso della serata. L'uomo, visibilmente ubriaco, si è avvicinato a loro agitando le braccia e urlando. I poliziotti hanno cercato di ammanettarlo, ma ha resistito divincolandosi. In questo modo ha procurato loro distorsioni al polso e alla spalla, giudicate guaribili in sette giorni. E' stato quindi arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Questa mattina è comparso davanti al giudice Annalisa Palomba per la convalida dell'arresto. Accogliendo la richiesta della pm Anna Maria Rossi, il giudice ha convalidato l'arresto e lo ha rimesso in libertà con l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. 

 

di Maria Elisa Gualandris

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa