logo1

"Sfumature di grigio "

 invorio premio

Si è svolta nel passato fine settimana a Invorio la cerimonia di premiazione del concorso letterario dedicato agli ospiti delle case di riposo

Le memorie di un passato recente che non si possono cogliere dai libri, ma dalle menti di anziani ospiti delle residenze per anziani, sono state al centro di un insolito concorso letterario: “Sfumature di grigio”. E’ stato il titolo del primo Premio letterario rivolto agli ospiti delle case di riposo. Quest’ultima era l’unica condizione per poter accedere al concorso indetto dalla “Fondazione Medana” di Invorio presieduta da Dario Piola. Oltre duecento i partecipanti con altrettanti elaborati tra il settore poesia e racconto. Gli autori hanno preso parte da ogni angolo della Penisola, ovviamente la maggior parte del Nord Italia. Una grande collaborazione l’hanno data le direzioni delle varie case di riposo. Il direttore artistico Antonello De Stefano ha chiamato a presiedere la Giuria Massima Laganà, scrittore e giornalista del Corriere della Sera. Con lui c’erano Ornella Bertoldini, Giannino Piana, Marcello Giordani e Dario Piola. Prima della lettura e della premiazione un coro interno, diretto da Stefania e con le musiche di Mario, ha intonato alcuni canti. Poi il saluto delle autorità, Il consigliere regionale Domenico Rossi, la direttrice generale dell’Asl di Novara Arabella Fontana e il sindaco di Invorio Roberto Del Conte. A vincere nella categoria Poesie è stato Marco Casalegno di Chieri, in provincia di Torino, era accompagnato dalle figlie. E’ ospite della residenza Papa Giovanni XXIII di Chieri. Secondo posto per Ezio Martina dell’”Asilo dei vecchi” di San Germano Chisone, in provincia di Torino. Terzo posto ex equo per Donato Marcione del “De Pagave” di Novara e Letizia Griotti della “Villa dei Tigli” di Cavour (To). Nella sezione Racconti primo posto ex equo per Dolores Villavecchia del “Pensionato San Giuseppe” di Torino e Enrico Barberis del “Pagnani Galtrucco” di Robbio. Terzo posto per Consiglia Mastrucco della “Residenza Anni Azzurri” di Tonengo. Oltre all’applauso e al mazzo di fiori, a tutti è stato elargito un premio in denaro da 500, al vincitore, a 200 euro, al terzo. Piola ha dato appuntamento per l’edizione del 2020.

Franco Filipetto

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa