logo1

Due lupi ripresi da una fototrappola nei boschi di Macugnaga

 

La fototrappola era stata piazzata la scorsa settimana da due quindicenni macugnaghesi, Roberto Lanti e Davide Tabachi

 lupomacu

 

Ecco le immagini di due lupi nei boschi di Macugnaga: sono state girate grazie ad una fototrappola in grado di effettuare riprese notturne da Roberto Lanti e Davide Tabachi, due intraprendenti quindicenni macugnaghesi, rispettivamente di Borca e Isella. <Non ci aspettavamo di riprenderli, siamo davvero contenti> commenta Roberto. Il video per altro sta facendo il giro dei media d'Italia. Dopo l'avvistamento, lo scorso giovedì mattina, di un branco di 5 lupi che si stava dividendo un capriolo nella zona del centro del fondo di Isella, l'idea dei due giovani di piazzare una fototrappola là dove i resti della preda erano stati sotterrati. Nel fine settimana, ritirata la fototrappola e visionate le immagini, la bella sorpresa. I due predatori sono tornati sul posto, hanno fiutato ed estratto la carcassa da sotto la neve.

Intanto ieri riunione nella Perla del rosa dopo l'avvistamento dei lupi. Gli esperti gettano acqua sul fuoco: nessuna criticità è stata evidenziata nel corso dell'incontro che si è tenuto presso la sede del comune di Macugnaga; c'erano i rappresentanti comunali e le forze di polizia, Carabinieri Forestali, polizia Provinciale e il personale tecnico delle Aree Protette dell’Ossola. Hanno partecipato anche alcuni cittadini. A seguito della segnalazione del branco il personale tecnico ha svolto diversi rilievi nei giorni scorsi nella zona e raccolto reperti organici per consentire l’identificazione dei lupi. Nella zona, in concomitanza della situazione della neve e della morfologia del territorio, si registra in questo periodo una notevole abbondanza di ungulati alpini che costituiscono prede d’elezione per i lupi. I soggetti preposti alla sicurezza sono presenti per monitorare la situazione, ricordano che le osservazioni ed eventuali segnalazioni di predatori devono essere inoltrate agli organi locali. Ad oggi, ribadiscono gli esperti, la situazione non rivela elementi di criticità oggettiva e ricalca altri casi analoghi verificatisi in altri contesti nelle prime fasi di ricomparsa del lupo. Il costante monitoraggio degli addetti ai lavori e l’attenzione dei cittadini e delle istituzioni al fenomeno consentono di effettuare valutazioni e permettono una gestione organica e funzionale della situazione.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa