logo1

Reati 2019: nel VCo +5%

 

Crescono frodi informatiche, rapine di piccola entità e droga tra i giovani. I dati sono stati resi noti dalla Prefettura

 

 

verbania villatarantoalto

Più frodi informatiche, rapine di piccola entità e droga tra i giovani. Sono aumentati del 5 percento i delitti nel Verbano Cusio Ossola nel 2019. A diffondere i dati come ogni fine anno la Prefettura. L’aumento è dovuto per lo più alla crescita delle frodi informatiche, addirittura del 36 percento. Il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza ha promosso e continuerà a promuovere iniziative per mettere in guardia gli utenti sui rischi della rete. Più 33 percento anche per le rapine, per lo più “improprie”,  quindi con l’autore che usa violenza per guadagnarsi la fuga, e di scarsa entità, con bottini soprattutto di borse e cellulari. Più 6 percento per i reati in materia di stupefacenti, soprattutto per uso personale tra i minorenni. Durante l’ultima riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza, il Prefetto ha invitato l’Asl, le forze dell’ordine e i Comuni a impegnarsi nella prevenzione e nel contrasto del preoccupante fenomeno. Sono diminuiti del 17 percento i furti e, in particolare, del 25 percento quelli in abitazione, del 12 percento quelli di auto in sosta e dell’1,6 percento quelli in esercizi commerciali. Diminusicono anche danneggiamenti (-11%), estorsioni (-3%), maltrattamenti in famiglia (-23%), stalking (-6%). Non si sono verificati omicidi né casi di usura. 

Ancora troppi gli incidenti stradali, in aumento, con 9 vittime. La maggior parte è causata da distrazioni e imprudenze, come l’uso del cellulare alla guida. Sono aumentati i reati in cui è stato possibile risalire agli autori, con 2254 arrestati o denunciati, rispetto ai 1995 dell’anno scorso, con un aumento pari al 13%, ciò a dimostrazione del buon lavoro di coordinamento tra tutte le forze dell’ordine.

 

di Maria Elisa Gualandris

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa