logo1

A Premosello il rito della Carcavegia

 premosello carcavegia

Come sempre alla vigilia dell'Epifania bruciati i fantocci che rappresentano i più anziani del paese e della frazione di Colloro

 

Il rintocco dei campanacci, lo scoppiettare del fuoco e le lingue roventi hanno rotto il silenzio e il buio della notte a Premosello Chiovenda: alla vigilia dell'Epifania e' tornata la tradizione della Carcavegia. Nel letto del fiume che attraversa il paese l'imponente catasta di legna e sulla sommità i fantocci che rappresentano l'uomo e la donna più anziani del paese: sono Marzio Bonseri, classe 1932, e Nanda Poliani, classe 1925. Sulle alture, a Colloro, il fuoco gemello, al rogo la più anziana della frazione: Marina dell'Oro. Si tratta di un rito beneaugurale, che si perde nella notte dei tempi; un augurio di lunga vita ai decani, un saluto all'anno vecchio con tutto quanto di infausto ha portato con sé e il benvenuto all'anno nuovo, che si spera foriero di novità positive. La Carcavegia è promossa dalla Pro Loco nel capoluogo e dai frazionisti a Colloro, in una sorta di gara per il falò più duraturo ed imponente.

Tanta la gente tutt'attorno al fuoco, smartphone alla mano, per catturare le immagini della serata e magari condividerle sui social, fino all'affievolirsi delle lingue roventi. <C'erano tanti giovani> ha sottolineato il sindaco Giuseppe Monti, gli stessi ragazzi che in forze sono impegnati nelle ore precedenti all'appuntamento per accatastare la legna. La narrazione popolare vuole che girino di casa in casa, chiedeno proprio la legna, accompagnati dal suono dei campanacci. Segno di una tradizione sempre molto sentita in paese e che continua a richiamare anche gli abitanti dei dintorni. Per una serata in allegria che domenica è proseguita con la festa delle fisarmoniche, una serata danzante al circolo Arci. In piazza distribuzione di cioccolata, vin brulé e pandoro per scaldarsi un pò e per un dolce inizio d'anno.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa