logo1

Partita dal mercato di Domodossola la raccolta firme dei frontalieri

Chiedono interventi urgenti per la messa in sicurezza delle statali 337 della valle Vigezzo e 34 del Lago Maggiore

Con i banchetti di questa mattina al mercato di Domodossola ha preso il via la raccolta firme per richiedere interventi urgenti per la messa in sicurezza delle Statali 337 della Valle Vigezzo e 34 del lago Maggiore. La promuovono i frontalieri della valle Vigezzo.
312 le sottoscrizioni valide raccolte in questa prima uscita. Soddisfatti i promotori che riferiscono di persone arrivate appositamente per dare il loro contributo.
Le firme saranno inoltrate al ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli e al presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio. Nei giorni scorsi gli amministratori vgezzini hanno avuto conferma dai dirigenti di Anas che sono disponibili 70 milioni di euro per la Statale. L'incontro era stato richiesto per ottenere garanzie sulle intenzioni di Anas di iniziare i lavori sulla strada che collega l'Ossola al Canton Ticino. Già a maggio partiranno le opere di consolidamento del versante montano tra l'abitato di Re e il confine italo-svizzero di Ribellasca: lavori che assorbiranno 10 milioni di euro.

 

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa