logo1

I numeri di un anno di lavoro della Polizia Provinciale del Vco

Intensa l'attività sul fronte del contenimento dei cinghiali 

E’ il coordinamento delle operazioni di contenimento del cinghiale sul territorio del Vco l’attività che più ha impegnato gli agenti della Polizia Provinciale nel 2019. Sono stati 690 i capi abbattuti , 52 direttamente dalla Polizia provinciale, 232 da agricoltori, 180 da cacciatori, 69 sono finiti nelle gabbie di cattura mentre in 28 casi sono state organizzate battute sotto la supervisione degli agenti. 99 sono stati capi consegnati al macello convenzionati. Oltre a cinghiali anche cervi, caprioli e camosci. Si tratta di animali che hanno causato di incidenti stradali o frutto di sequestro.
La polizia Provinciale ha poi intervenuta 12 volte per constatare incidente stradali causati da fauna selvatica.
Sul fronte sanzionatorio, gli agenti hanno anche elevato diverse ammende che hanno fruttato alle casse provinciali 33.300 euro. Altro fronte di lavoro è la prevenzione della diffusione sul territorio del Vco della febbre del Nilo. Sono stati 28 gli uccelli catturati nel 2019. 271 sono invece gli animali selvatici recuperati e affidati alle cure veterinarie. 14 invece i recuperi ittici. Il lavoro dei poliziotti non si ferma qui. Nel corso dello scorso anno sono stati effettuati 6 controlli su animali da compagnia. Si è proceduto ala verifica delle loro condizioni di benessere. 325 sono state le pratiche evase. Diversi i controlli sull’ambiente effettuati con Arpa Vco. 15 i servizi che li ha visti impegnati con Sagf, Soccorso alpino e Vigili del fuoco nella ricerca di persone scomparse.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa