logo1

Battaglia di Megolo. A Cireggio al via le celebrazioni

Il clou della manifestazione in programma domenica a Omegna e Megolo 

Con la presenza degli alunni della quinta elementare della scuola di Cireggio hanno preso il via questa mattina a Cireggio le celebrazioni in ricordo del 76° della battaglia di Megolo in cui persero la vita il capitano Filippo Maria Beltrami e altri undici giovani partigiani. Un episodio che, come ha ricordato Cluaidio Boldini presidente dell'Anpi Cusio, ha segnato la svolta nella guerra di liberazione dal nazifascismo. Cerimonia semplice, ma particolarmente significativa con la presenza dei rappresentanti delle istituzioni, per Omegna c'erano l'assessore sabrina Proserpio e il presidente del consiglio comunale Tiziano Buzio, il sindaco di Pieve Vergone Maria Grazia Medali, di casale Corte Cerro Claudio Pizzi, di Baveno Maria Rosa Gnocchi e a rappresentare la provincia del Vco il vice presidente Rino Porini, figlio di un partigiano che militò nella divisione Beltrami. Numerosi i rappresentanti delle associazioni Anpi della zona. Particolarmente toccante il richiamo fatto dal parroco don Pietro Minoretti che ha ricordato come fare memoria sia fondamentale per costruire il futuro lontano dall'odio e dal desiderio di divisione. Omaggio ai caduti da parte degli alunni della scuola di Cireggio. Il programma per il 76° della battaglia proseguirà domani sera a Megolo con lo spettacolo teatrale la Battaglia partigiana su testi di Paola Giacoletti con Raffaella Gambuzzi, Domenico Rodino e Davide Merlino; si proseguirà sabato alle 17.30 alla biblioteca <Gianni Rodari> di Omegna con la presentazione del libro <Memorie e ricordi di nonno Amedeo> scritto da Amedeo Borghesi in collaborazione conFilippo Colombara. Domenica le celebrazioni ad Omegna con alle 9 la messa, il corteo con gli omaggi ai monumenti ai caduti e alle 11 al teatro Sociale la commemorazione ufficiale da parte di Luca Beltrami, figlio del capitano. La conclusione nel pomeriggio a Megolo con gli interventi di Gian Carlo Pajetta e Valentina Tagliabue.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa