logo1

Movida Arona: controlli dei Carabinieri, 6 denunce

 

 

Nel corso della notte tra sabato 22 e domenica 23 febbraio i militari hanno effettuato un ulteriore servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato, in particolare, alla prevenzione degli eccessi di alcol droga e disturbo della quiete pubblica

Proseguono serrati i controlli sulla movida aronese da parte dei carabinieri della Compagnia di Arona, in sinergia con l’Amministrazione comunale.

Nel corso della notte tra sabato 22 e domenica 23 febbraio i militari hanno effettuato un ulteriore servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato, in particolare, alla prevenzione degli eccessi di alcol droga e disturbo della quiete pubblica, che scaturiscono dalla cosiddetta “movida”, fenomeno che attanaglia la città durante il fine settimana.

Solo nel territorio del comune di Arona, le diverse pattuglie impiegate hanno eseguito controlli nei diversi locali pubblici, identificando nel giro di poche ore 120  persone, per la gran parte giovani e giovanissimi, e fermato 53 veicoli in circolazione. Quattro persone, tutte residenti in Provincia di Novara, tra i 26 e i 57 anni, sono state denunciate in stato di libertà per guida sotto l’effetto di stupefacenti o di alcol.

Un quarantatreenne residente nell’Aronese è stato segnalato alla competente Prefettura poiché trovato in possesso di un modico quantitativo di cocaina “per uso personale”.

Due invece le persone che durante il servizio sono state controllate e denunciate  all’Autorità Giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Sono un albanese di 65 anni, pregiudicato; a seguito perquisizione personale e domiciliare è stato trovato in possesso, di 4 grammi di cocaina e di circa 2.000 euro  in banconote, probabile provento dell’attività delittuosa.

Un senegalese di 38 anni, sempre pregiudicato, è stato trovato in possesso di oltre 8 grammi di cocaina e di un grammo di hashish.

Infine, come ormai d’abitudine, sono stati numerosi i controlli effettuati  dai militari anche ai gruppi di giovani in uscita dalla stazione ferroviaria di Arona che si recavano nei diversi locali della cittadina.

 

di Franco Filipetto

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa