logo1

Coronavirus, Pizzi:"“Massima attenzione ma equilibrio nell’affrontare la situazione”

Il consiglio comunale del 26 febbraio sarà a porte chiuse e verranno trattati solo gli argomenti urgenti

Comunicato stampa sindaco di Domodossola - Desidero informare i miei concittadini sul fatto che l’Ordinanza contingibile e urgente del Ministro della Salute d’intesa con il Presidente della Regione Piemonte in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID – 2019 sarà applicata a Domodossola in maniera scrupolosa, utilizzando ogni cautela.
Stamane, a seguito di una riunione, ho dato indicazione alle figure dirigenziali del Comune di applicare con interpretazione restrittiva i passaggi previsti dall’Ordinanza, in maniera che lo spettro cautelativo sia il più ampio possibile.
In concomitanza con la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado disposta, rimarranno chiusi per l’intera settimana l’Asilo Nido, i Musei comunali e la Biblioteca Civica.
Saranno sospese le attività delle società sportive presso le palestre ubicate nelle scuole pubbliche e sono state sospesi le manifestazioni che danno luogo ad aggregazione.
La seduta di Consiglio Comunale programmata per le ore 18.45 del prossimo 26 febbraio verrà effettuata a porte chiuse (potranno accedere soltanto i giornalisti) e verranno trattati i soli argomenti urgenti e indifferibili.
Queste le prime misure cautelative e precauzionali che abbiamo inteso adottare in assonanza con il disposto del Ministero della Salute e della Regione Piemonte, riservandoci ogni aggiornamento utile a seguito del variare dello scenario.
L’Amministrazione Comunale e l’intera macchina operativa del Comune di Domodossola sta lavorando senza trascurare nessun dettaglio per garantire in ogni modo e misura la popolazione.
Mi permetto di raccomandare a tutti i miei concittadini di rispettare con scrupolosità le misure igieniche indicate nell’Ordinanza, in particolare: lavarsi spesso le mani, possibilmente con soluzioni idroalcoliche; evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute; non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani; pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcool; evitare tutti i contatti ravvicinati.
Ricordo che le persone che hanno fatto ingresso nel Piemonte dalle zone a rischio epidemiologico identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità hanno l’obbligo di comunicare tale circostanza al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria competente per territorio per l’adozione delle misure previste (Segreteria ASL VCO 0323 868020 oppure 0323 868040, Ufficio ASL di Domodossola 0324 491683 oppure 0324 491677)
Ricordo inoltre che nel caso qualcuno presentasse evidenti condizioni sintomatiche ascrivibili a patologie respiratorie può contattare il numero 1500, il proprio medico di base e l’ ASL VCO.
Raccomando di utilizzare il numero 112 solo in caso di reale urgenza e non per informazioni, per le quali la Regione Piemonte ha istituto il numero verde 800 333 444.
In ultimo mi preme rassicurare la nostra comunità affinchè si mantengano equilibrio e serenità nell’affrontare questa situazione, confidando che come sempre potremo ritrovare il prima possibile il nostro ritmo di vita e le nostre normali abitudini.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa