logo1

Coronavirus, in difficoltà case di riposo del Novarese

 

Si è aggravata per via del Coronavirus la situazione di molte delle case di riposo presenti Novarese: un esempio è l'Opera Pia Curti, di Borgomanero, dove sono deceduti 17 ricoverati in dieci giorni. ''Non abbiamo la certezza - spiega il sindaco di Borgomanero Sergio Bossi - che i deceduti siano dovuti al Covid-19, visto che non sono mai stati eseguiti i tamponi Ma è facile pensare di sì, perché normalmente i decessi sono uno-due al mese''. Alla Residenza Bauer di Berzonno, frazione di Pogno, i decessi sono stati una quindicina nelle ultime due settimane. "Abbiamo adottato un'ordinanza - dice la sindaca di Pogno, Maria Eliana Paracchini - con la quale abbiamo predisposto l'isolamento del personale con sintomatologie, la sanificazione della struttura e il divieto assoluto di ingresso per chi non fosse un operatore''. Una segnalazione è stata inviata alla Procura di Verbania da parte del presidente della fondazione che gestisce la casa di riposo di Invorio, l'ex sindaco Dario Piola: ''Ai primi sintomi abbiamo cercato di far testare gli ammalati e poi abbiamo creato spazi isolati, ma siamo stati lasciati soli''. (ANSA)

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa