logo1

"Gravissime carenze di personale medico attuali e future sul territorio regionale"

 

Gli Ordini dei Medici piemontesi – VCO compreso – hanno sottoscritto un documento presentato al Presidente Cirio e all'Assessore alla Sanità

Gravissime carenze di personale medico attuali e future sul territorio regionale: gli Ordini dei Medici piemontesi – VCO compreso – hanno sottoscritto un documento presentato al Presidente Cirio e all'Assessore alla Sanità.

Dai nuovi dati relativi ai fabbisogni provenienti dagli stessi uffici regionali emerge la necessità di formare 851 specialisti all'anno per i prossimi tre anni. Oggi nella regione vengono formati annualmente 526 specialisti (511 con risorse statali e 15 con risorse regionali) e al momento risultiamo essere tra le regioni con il più basso numero di contratti regionali finanziati in Italia. <Vi sarà una carenza -  dicono dagli ordini-  di 325 specialisti all'anno solo nei prossimi tre anni, ciò significa quasi 1000 medici specialisti che mancheranno in regione Piemonte già nel 2023. Anche prevedendo un aiuto straordinario statale “una tantum” previsto dal “DL rilancio” in tal senso, ciò non coprirà interamente tali carenze. Motivo per cui l’Ordine dei medici ribadisce l'importanza di un aiuto da parte della Regione, permettendo ai giovani medici piemontesi di poter terminare il proprio percorso formativo e potersi mettere al servizio della collettività. Ad oggi vi sono 1200 camici grigi laureati e piemontesi che non possono finire il loro percorso di formazione a causa della mancanza di risorse, in particolare regionali. Misure analoghe si attendono alla luce della futura carenza dei medici di medicina del territorio quantificata in 706 medici di medicina generale da qui al 2031>. 

Gli Ordini Dei Medici Piemontesi riuniti constatano con amarezza che nelle manovre economiche presentate in Regione non si sia trovato spazio per un finanziamento, anche minimo, per nessuna delle istanze presentate negli ultimi mesi.

<L'auspicio è che prevalga il buon senso e che l'attuale giunta della Regione Piemonte riveda gli investimenti da destinarsi alla formazione medica> dicono dagli ordini e concludono: < Tutto ciò al fine di scongiurare un futuro del Piemonte senza Medici piemontesi, che fino a qualche settimana fa erano “Eroi” e che oggi sono già stati dimenticati>.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa