logo1

Sanità, Montani replica a Borghi

Irricevibili le critiche dell’onorevole Borghi, membro di un partito, il Pd, che in cinque anni a Torino non ha fatto nulla per l’ospedale del Vco

“Irricevibili le critiche dell’onorevole Borghi, membro di un partito, il Pd, che in cinque anni a Torino non ha fatto nulla per l’ospedale del Vco. Solo pantano burocratico, inutili manfrine e soldi spesi per un progetto rimasto sulla carta. Sentirlo dunque muovere accuse verso l’attuale amministrazione piemontese, insediatasi nell’estate 2019, è indice di malafede e cecità politica. Mi auguro che i cittadini del Vco prendano le distanze dalla tracotanza di un simile personaggio, della cui opera a Montecitorio il territorio può davvero fare a meno”.

A denunciarlo è Enrico Montani, capogruppo della Lega in Commissione Finanze che, a margine dei gazebo che domani saranno allestiti in tutto il Paese per dire no al Governo Pd e M5Stelle, attacca l’onorevole Borghi per le dichiarazioni in materia di sanità. “Parlando a una tv locale l’esponente dem ha affermato che noi buttiamo la palla in tribuna per non affrontare l’argomento - continua Montani - ma l’unica verità è che se nel quinquennio in cui il suo partito ha guidato la Regione avesse fatto ciò che aveva promesso, oggi l’ospedale di Ornavasso sarebbe già funzionante. Purtroppo la palla non è stata mandata in tribuna perché non è mai entrata in campo, e se si vuole andare alla ricerca dei motivi per cui la partita dell’ospedale del Vco non è mai stata giocata, basterebbe che Borghi lo chiedesse ai suoi compagni di partito, i vari Reschigna, Chiamparino e soci, ovvero coloro i quali dal 2014 al 2019 hanno bloccato la sanità del Vco e non solo. Si vergogni Borghi per la polemica inutile e dannosa per i cittadini e si preoccupi, piuttosto, dei soldi che non arrivano alle aziende e delle tasse che il suo Governo non sospende, mettendo sul lastrico migliaia di famiglie.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa