logo1

A Omegna la ZTL della discordia

 Infuriano le polemiche per l’entrata in vigore della zona a raffico limitato con i nuovi orari che, da oggi, pre vedono la chiusura  di via Alberganti e via Cavallotti non più dal mattino ma dalle 18 alle 24,30

La ztl della discordia. A Omegna infuriano le polemiche per l’entrata in vigore della zona a raffico limitato con i nuovi orari che, da oggi, pre vedono la chiusura  di via Alberganti e via Cavallotti non più dal mattino ma dalle 18 alle 24,30. Questo quanto è stato deciso dalla giunta venerdi: una decisione che ha sconfessato quanto aveva proposto l’assessore al commercio Corbetta, che aveva proposto l’istituzione della Ztl dal mattino. Lo stesso esponente di Fratelli d’Italia, raccontano i soliti ben informati, non avrebbe preso benissimo la decisione dei colleghi di giunta, arrivata per altro in sua assenza. Così immediatamente dalle forze politiche di minoranza sono arrivati i primi attacchi. . " Noi- spiegano i consiglieri di Omegna Si Cambia Mauro Empolesi e Lucia Camera- ci eravamo espressi per una Ztl che coprisse il fine settimana per non impattare eccessivamente sul flusso del traffico giornaliero. La proposta che era stata voluta dall'assessore Corbetta, poi annullata dalla decisione della giunta, era decisamente più vigorosa e copriva tutti i giorni della settimana a partire dalle 9 del mattino, proprio nell'ottica di avvantaggiare i commercianti delle vie centrali di Omegna, che avevano espresso la necessità e la voglia di allestire  delle bancarelle esterne ai negozi per rendere più fruibile ed anche pittoresco il momento dello shopping omegnese. Siamo quindi disorientati di fronte a questo balletto di giorni ed orari ed aggiungiamo che tra i commercianti della via serpeggia un certo malumore perché, dopo aver risposto al sondaggio del Comune riguardo alle loro preferenze in materiale di ZTL, si ritrovano ad avere esattamente il contrario e la domanda legittima che si pongono è sul senso che abbia esporre le bancarelle per una sola ora e mezza, dalle 18 alle 1930.Pensiamo che i problemi dei cantieri stradali che abbiamo in città-concludono Empolesi e Camera- non debbano ricadere sulla categoria che già pesantemente ha sofferto la chiusura prolungata del lock-down e chiediamo all’amministrazione di evitare questi imbarazzanti cambi di direzione".

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa