logo1

Parrucchieri ed estetiste, una ripresa tutta in salita

Costi di gestione più alti, meno clienti e tempi di lavoro che si dilatano. Lo dice una ricerca della CNA di VCO, Novara e Vercelli

 

Parrucchieri ed estetiste, quanto è costata la riapertura dopo il lockdown? Ha risposto un'indagine di CNA che ha coinvolto le imprese associate di VCO, Novara e Vercelli.

Il quadro emerso descrive una ripresa tutta in salita con costi di gestione più alti, meno clienti e tempi di lavoro che si dilatano. Gli artigiani e gli imprenditori della categoria Benessere e Sanità lavorano mediamente due ore di più al giorno e hanno sei clienti in meno rispetto a prima della chiusura forzata. I costi di gestione sono aumentati fino al 30%, non solo per igiene e sicurezza: in alcuni casi sono stati rilevati aumenti anche nei prezzi per l’acquisto dei prodotti utilizzati nei saloni. Dall’analisi emerge però che acconciatori e estetiste hanno riversato sulle spalle dei clienti solo in modo molto contenuto i maggiori oneri sostenuti.

“La cosa più difficoltosa – racconta Angelo Rollo, titolare del salone ‘Tocco d’Angelo’ a Verbania dove a lavorare sono in tre – è stata quella di interpretare le informazioni che mano a mano uscivano per potersi adeguare alle norme sanitarie. La clientela di prima è rimasta quasi tutta affezionata. A mancare sono i clienti di passaggio, soprattutto i turisti che nel periodo da marzo a settembre a Verbania e in zona erano sempre tanti”.

“A fronte dei sacrifici sopportati fin dall’inizio dell’emergenza con le chiusure – afferma Alessandro Valli di CNA Piemonte Nord - le imprese del settore hanno messo al primo posto il rapporto di fiducia con i clienti, mostrando così un atteggiamento responsabile e rispettoso. Fin da subito hanno soprattutto garantito la sicurezza, applicando tutte le norme e i protocolli. La CNA – conclude- è sempre stata al loro fianco e continuerà ad esserlo”.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa