logo1

Primo consiglio comunale in presenza ieri sera a Domodossola dopo il lockdown

 

 Per il rispetto delle distanze necessarie il parlamentino ossolano si è riunito nell'ex cappella Mellerio. Al tavolo il sindaco Lucio Pizzi, il presidente dell'assise Carlo Valentini e la segretaria comunale, assessori e consiglieri si sono seduti in platea

Primo consiglio comunale in presenza ieri sera a Domodossola dopo il lockdown: per il rispetto delle distanze necessarie il parlamentino ossolano si è riunito nell'ex cappella Mellerio. Al tavolo il sindaco Lucio Pizzi, il presidente dell'assise Carlo Valentini e la segretaria comunale, assessori e consiglieri si sono seduti in platea.

Primi punti all'ordine del giorno l'approvazione del rendiconto della gestione per l'esercizio finanziario 2019 e la variazione al bilancio di previsione dell'esercizio finanziario 2020-2021-2022 illustrato dall'assessore competente Angelo Tandurella ed approvato con i voti della maggioranza. Avanzo di 2 milioni e mezzo di euro, libera la cifra di 220 mila euro. Al momento l'applicazione di 110 mila euro, la metà dell'avanzo, ha spiegato Tandurella, per una serie di azioni legate al piano regolatore che, ha aggiunto, di fatto sono adeguamenti di legge. La decisione di applicare metà dell'avanzo è per avere il resto a disposizione nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, per monitorare l'andamento di spese ed entrate in questa situazione emergenziale ed intervenire nel caso successivamente.

Critico il Partito Democratico con il capogruppo Davide Bolognini ha che ha affermato: "110 mila euro per consulenze è una cifra assurda in questo periodo vista la situazione di famiglie e attività economiche", stigmatizzata dai democratici anche la rinegoziazione dei mutui per 50 mila euro, "E' come prendere i soldi dai figli per darli ai padri" ha concluso.

Battibecco tra maggioranza ed opposizione sulla chiusura per lavori al parchetto di Piazza Matteotti, approvato all'unanimità l'ordine del giorno proposto dal Pd che esprime solidarietà ai medici di famiglia e agli operatori della Casa di Riposo.  Il sindaci Pizzi nell'occasione ha ringraziato la direttrice e gli operatori della RSA domese per il lavoro fatto e l'attenzione verso gli ospiti in questi mesi di grande difficoltà.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa