logo1

Gli eroi delle montagne: la storia della famiglia di Nadia

 

 

All'alpe Saldè, sopra Santa Maria Maggiore, abbiamo incontrato la  famiglia di alpigiani di Nadia Maggini e i suoi animali 

La giornata qui inizia quando è ancora buio, prima del canto del gallo. Perché ci sono tante cose da fare. Siamo all'alpe Saldè, a Santa Maria Maggiore, in Valle Vigezzo. La vita di questi alpigiani è quella d'un tempo, scandita dai ritmi della natura, tra la poppata di un capretto e la mungitura, rigorosamente ricompensata da una gustosa manciata di sale. La storia è quella di Nadia Maggini e della sua famiglia.

Un piglio deciso quello di Nadia, quello necessario ad una quotidianità fatta di tanta passione per lei e per la sua famiglia, ma difficile, tutta in salita, una quotidianità che fa di queste persone gli eroi delle nostre montagne, dei nostri alpeggi. Perché a Saldè dove la famiglia ha la baita si sale a piedi, con una ripida camminata di quasi un'ora, le vacche devono destreggiarsi tra le rocce. E tutto quanto necessario si porta a spalla o a dorso d'asino. Per salire ad un altro alpeggio, un'altra ora e mezza. Sempre più su, sempre più vicini al cielo, per produrre latticini capaci di raccontare, attraverso i loro sapori, la storia e l'amore per quello che fanno di queste persone.



Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa