logo1

Truffava anziani: arrestato dai Carabinieri

carabinieri auto01

 

In carcere un uomo per 11 truffe ad anziani di Vco e Novarese con un bottino da 100 mila euro

Undici le truffe ad anziani tra Vco e Novarese in due mesi, per un bottino di circa centomila euro: queste le accuse nei confronti dell'uomo arrestato dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Verbania e per il quale la Cassazione ha confermato la misura della custodia cautelare in carcere. L'arresto, su disposizione del Gip di Verbania, era avvenuto a fine settembre, ma le indagini dei militari del maggiore Giovanni Della Sala sono ancora in corso per trovare il complice che è latitante. L'uomo in carcere è Giuseppe De Lorier, di 41 anni, di etnia sinti, residente a Vercelli. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, l'uomo girava con il complice a bordo di scooter con targhe sostituite. I due avvicinavano anziani spacciandosi per tecnici dell'acquedotto. Dicevano di dover effettuare delle verifiche sui contatori. Li invitavano con espedienti a raccogliere gli oggetti preziosi in una scatola, oppure uno dei due li distraeva e l'altro faceva razzia nell'appartamento: fatto sta che le vittime della truffa si trovavano la casa svaligiata. I colpi che i carabinieri riconducono ai due, domiciliati tra Novara e Vercelli, sono uno il 5 luglio a Gignese, due a Stresa il 22 luglio, il 29 luglio e il 7 agosto a Brovello Carpugnino e un altro lo stesso giorno ad Armeno, a Gignese il primo, il 3 agosto e il 12 agosto, uno ad Arola il 4 agosto, e il 12 agosto a Mergozzo. Il bottino ammonterebbe a circa 100 mila euro. De Lorier è in carcere dal 30 settembre, ma il suo avvocato aveva presentato ricorso prima al Tribunale delle Libertà e poi alla Cassazione. In entrambi i casi è stata confermata per parte degli episodi contestati la custodia cautelare in carcere in attesa del processo.

 

di Maria Elisa Gualandris

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa