logo1

Entro lunedì 10 agosto i 15 pediatri del Vco dovranno dire all’Asl se intendono o meno aderire al progetto della Casa della salute pediatrica dell’Ossola

 

 È il risultato raggiunto questa mattina dal tavolo convocato a Omegna. Troverebbe spazio all'interno dell'ospedale San Biagio

Entro lunedì 10 agosto i 15 pediatri del Vco dovranno dire all’Asl se intendono o meno aderire al progetto della Casa della salute pediatrica dell’Ossola. È il risultato raggiunto questa mattina dal tavolo convocato a Omegna dal dottor Paolo Borgotti, presidente del comitato aziendale per la pediatria di libera scelta. La lettera con cui si chiede ai pediatri della provincia di esprimersi è già stata inviata oggi. Tempo pochi giorni per decidere se aderirvi o meno. All’incontro odierno erano presenti i referenti sindacali dei pediatri : Caccini, Luotti e Comaita. Tutti e tre hanno confermato le posizioni di sempre : contrario il primo, favorevoli gli altri. Per capire come sarà organizzato il futuro servizio di assistenza medica per i più piccoli in Ossola bisognerà ancora attendere,  è certo comunque che se dovesse prendere vita, troverà casa sempre all’interno dell’ospedale San Biagio. Come le altre Case della salute dovrebbe garantire alle famiglie un ampliamento degli orari di apertura della struttura sanitaria. La strutturazione del servizio dipenderà molto da quanti pediatri saranno disposti ad aderirvi.

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa