logo1

Estate 2020, boom di turisti a Riale

 Positivi i commenti di Gianluca Barp e Matteo Sormani 

Natura incontaminata, paesaggi mozzafiato, possibilità di fare sport all’aria aperta e di gustare le numerose prelibatezze locali. Sono questi i segreti di un’estate vincente per Riale, nell’Alta Val Formazza piemontese, che ha registrato una notevole crescita di turisti rispetto agli anni scorsi.

A sostenerlo sono due imprenditori di Riale, Gianluca Barp, proprietario dell’albergo – ristorante Aalts Dorf e chef Matteo Sormani, proprietario della locanda Walser Schtuba: “Sono stati mesi molto intensi e soddisfacenti – raccontano– Sapevamo che l’estate 2020 sarebbe stata particolare, con meno presenze provenienti dall’estero e una crescita del turismo di prossimità. E così è stato. Siamo stati bravi a cogliere questi cambiamenti, a rispettare tutte le regole imposte a seguito dell’emergenza Covid19 e a permettere ai clienti di godersi i numerosi tesori del nostro territorio attraverso un insieme di servizi volti ad esaltare le loro esperienze in totale libertà e con i giusti distanziamenti.”

A fronte di un afflusso di turismo straniero ai minimi termini, c’è stato un netto incremento di quello italiano. A cominciare proprio dai piemontesi, che hanno potuto così scoprire o riscoprire una zona meno conosciuta della loro Regione, senza dimenticare i lombardi e i liguri, zoccolo duro “nostrano” di queste vallate.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa