logo1

Entro fine anno Italia e Svizzera sono pronte a chiudere la partita relativa all’Accordo fiscale sui lavoratori frontalieri

 

La notizia è emersa a margine dell’incontro che il Premier Giuseppe Conte ha avuto martedì a Roma con la Presidente della Confederazione, Simonetta Sommaruga

Entro fine anno Italia e Svizzera sono pronte a chiudere la partita relativa all’Accordo fiscale sui lavoratori frontalieri. Questione che si trascina da anni e che nel Vco interessa da vicino 6000 lavoratori occupati fra i Cantoni Vallese e Ticino. La notizia è emersa a margine dell’incontro che il Premier Giuseppe Conte ha avuto martedì a Roma con la Presidente della Confederazione, Simonetta Sommaruga. Un briefing calendarizzato da tempo arrivato all’indomani del Referendum con cui la maggioranza del popolo elvetico ha detto si alla libera circolazione delle persone. Fra gli argomenti trattati appunto quello relativo al l’ammontare e alle modalità di versamento dei tributi da parte dei lavoratori italiani. Una questione aperta su cui da tempo i ticinesi chiedono si arrivi alla firma. Conte e Sommaruga hanno parlato di importanti passi in avanti. Ed entrambi hanno preannunciato l’intesa finale entro il 2020.
“ La pandemia ha sottolineato una volta di più l’importanza dei nostri lavoratori per l’economia e la comunità Svizzera. A cominciare da medici e infermieri “ ha specificato il Premier italiano
Nel corso della conferenza stampa a margine dell’incontro i due hanno sottolineato l’importanza strategica del l’asse ferroviario Briga Domodossola.“ L’accordo per l’ampliamento del Sempione - ha commentato Sommaruga - è notizia incoraggiante per lo sviluppo del corridoio europeo che da Rotterdam arriva sino a Genova “.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa