logo1

Presentato a Domodossola il nuovo libro dedicato a Palazzo Silva

 

Il titolo: “Una dimora rinascimentale nelle Alpi”; la presentazione a cura degli autori Gian Vittorio Moro, Giovanni Necchi della Silva, Paolo Negri ed Enrico Rizzi e della biografa Anna Brugnoli

 

Presentato nei giorni scorsi al Teatro Galletti di Domodossola il nuovo libro edito da Grossi e dedicato a Palazzo Silva. Il titolo: “Una dimora rinascimentale nelle Alpi”; la presentazione a cura degli autori Gian Vittorio Moro, Giovanni Necchi della Silva, Paolo Negri ed Enrico Rizzi e della biografa Anna Brugnoli. Una novità editoriale sostenuta anche da Fondazione e Associazione Ruminelli e dal Comune.

Fiore all’occhiello dell’arte, della storia, della cultura della città e dell'intera Val d'Ossola, Palazzo Silva ha compiuto 500 anni nel 2019.

Il nuovo volume ne ricostruisce la storia, sullo sfondo di tre secoli di vita civile e politica del borgo e delle vicende della famiglia della Silva. Un viaggio nelle pagine alla scoperta delle ricche collezioni museali e delle numerose trasformazioni che il palazzo ha subito nei secoli.

“Si tratta senza dubbio del più bel palazzo rinascimentale del Piemonte e di uno dei più affascinanti dell'intero arco alpino– spiegano dalla Libreria Grossi e da Associazione e Fondazione Ruminelli – E tra l'altro versa in ottimo stato di conservazione, dunque merita una visita approfondita, specie oggi, a 500 anni dalla sua costruzione. Grazie all'aiuto e alla preziosa opera dei curatori, questo volume, arricchito da immagini e disegni, fornisce una conoscenza complessiva di questo palazzo storico. Lo scopo ultimo – concludono i promotori della nuova iniziativa editoriale – è accrescere quanto più possibile la fama di questo gioiello architettonico, affinchè possa essere sempre più conosciuto tanto dai cittadini del territorio, quanto da visitatori lontani.”

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

Ultime news

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa