logo1

Coronavirus in case di riposo e scuole dell'aronese

 

Trentacinque positivi alla Casa di riposo fra dipendenti e ospiti 

Alla casa di riposo “Giovanna e Filippo Ratti” a Meina sono 35 i pazienti contagiati. Conferma il sindaco Fabrizio Barbieri:<Sono stato informato della positività dei pazienti, di cui 6, erano già stati trasferiti al Dea di Borgomanero>. Il direttore sanitario dottor Massimo Campiotti, ha illustrato la situazione:<Alcuni pazienti sono stati trasferiti presso le Rsa attrezzate all'assistenza, come Miazzina e Veruno, in modo da sollevare la casa di riposo, dove è stato creato un reparto di 20 letti per isolare i pazienti positivi. I negativi erano già stati isolati. Le condizioni dei pazienti sono buone, come confermato dall'unità di crisi del servizio sanitario, intervenuta già domenica>. La direttrice della struttura Barcellini, ha informato della positività di 17 operatori, dei quali 7 residenti a Meina, che sono già stati posti sotto il tracciamento del servizio sanitario. Conclude Barbieri che si mantiene in stretto contatto con l'Asl:<Anche in questo caso non ci sono motivi di allarmismo, in quanto i soggetti positivi vengono presi in carico dal servizio sanitario Sisp, come già avveniva durante la prima ondata. La situazione non è quindi emergenziale, ma circoscritta>. Zero contagiati alle residenze anziani di Dormelletto e Invorio. Due casi di coronavirus si registrano alla scuola primaria di Borgo Ticino. Lo ha comunicato il sindaco, Alessandro Marchese:<I casi complessivi a Borgo Ticino sono 26. Alcune  persone sono ricoverate in ospedale, altre in strutture per anziani ed altre a casa. La novità è che si sono riscontrati due casi all'interno della scuola primaria, tutti all'interno della stessa classe.  I bambini attualmente sono a casa e hanno accusato sintomi. Per quanto riguarda la procedura, viste le nuove direttive del 16 ottobre,  la scuola ha sospeso le lezioni nella classe dove si sono verificati i casi e l'Asl disporrà per tutti i compagni di classe di rispettare una quarantena di 10 giorni>. Giovedì 22 ottobre è rimasta pure chiusa per una sola giornata anche la scuola primaria di Pisano. Il Covid 19 avrebbe interessato un’insegnante.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa