logo1

Sci. Nuovo appello del comparto al Governo

Associazione di categoria : " Il settore rischia la débacle. La nostra ripartenza sarà il prossimo Natale "

Grido d’allarme dell’associazione nazionale che raggruppa i gestori funviari di tutta Italia : “ Il rischio che salti l’intera stagione è più che reale “. Valeria Ghezzi parla a nome di tutte le società che gestiscono gli impianti di risalita : “ Per noi è una vera tragedia – dice- . La nostra ripartenza sarà solo il prossimo Natale. Si tratta di una débacle senza precedenti. Non solo per noi ma per tutti i lavoratori “. Parole che arrivano a pochi giorni dal 18 gennaio, ultima data indicata dal Governo per una possibile ripartenza. Ma pochi ci credono ormai. La filiera degli impianti sciistici contata 15 mila lavoratori in Italia, di questi circa 5 mila sono stagionali. I gestori degli impianti mandano a dire a Roma : “ E’ necessario capire che aver fermato l’economica della montagna significa dover fare un intervento di miliardi di euro di ristori >. Tutto succede a poche ore dalla riunione della Commissione turismo della Conferenza delle Regioni. Il tavolo ha approntato un nuovo protocollo da presentare al Comitato tecnico scientifico per garantire lo svolgimento in sicurezza delle attività sciistiche.
Di fronte all'annunciata ipotesi di un nuovo rinvio le Regioni si dicono disponibili da subito nella collaborazione istituzionale per trovare una soluzione condivisa e immediata.
"Prendiamo atto dell'ipotesi annunciata dal governo e del conseguente incremento della crisi di tutto il comparto turistico invernale della montagna, e chiediamo al governo di assumere un impegno serio nei confronti di questo settore, garantendo ristori certi, immediati e proporzionati alle perdite subite", scrivono le Regioni in una nota congiunta. A livello locale più di uno aveva sperato che la data del 18 gennaio potesse essere quella buona. Domobianca 365, dalla sua pagina Facebook scrive : “
La speranza è l'ultima a morire. Abbiamo sfruttato queste temperature polari per testare a fondo il nuovo impianto di innevamento e siamo decisamente soddisfatti!!!
Ed ora non ci/vi resta che aspettare >. In queste settimane le piste del comprensorio di Neveazzurre, perfettamente innevate hanno accolto gli atleti per allenamenti e gare. A Formazza per esempio i maestri di sci hanno ideato corsi per l’avvio alla pratica sciistica. Si insegna a sciare senza l’ausilio degli impianti di risalita. Alla Piana di Vigezzo una guida attende in vetta gli amanti delle ciaspole per accompagnarli in tour in quota. Idee, progetto per far impiegare il tempo di una stagione, ricca di neve e avara di fortuna.

 

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa