logo1

Tutti condannati i 5 imputati per i fatti di Piazza San Carlo

Tra loro la sindaca di Torino Chiara Appendino

Sono stati tutti condannati a un anno e sei mesi i 5 imputati - tra cui la sindaca di Torino Chiara Appendino - nel processo con rito abbreviato per i fatti di piazza San Carlo. Il procedimento si riferisce a quanto accadde nel capoluogo piemontese la sera del 3 giugno 2017, durante la proiezione su maxischermo della finalissima di Champions League: una serie di ondate di panico tra la folla portarono a 1.600 feriti e in seguito alla morte di due donne tra cui l’ossolana Erica Pioletti.. La sentenza del gup Maria Francesca Abenavoli riguarda, oltre ad Appendino, l'ex capo di gabinetto del Comune Paolo Giordana, l'allora questore Angelo Sanna, l'architetto Enrico Bertoletti e l'ex presidente dell'Agenzia Turismo Torino, Maurizio Montagnese. Un sesto imputato, Danilo Bessone, esponente di Turismo Torino, ha chiesto e ottenuto di patteggiare un anno e sei mesi. Tutti hanno ottenuto la sospensione condizionale della pena. Le accuse mosse dalla procura erano disastro, lesioni e omicidio colposo. “ C'è amarezza, pago un gesto fatto da altri". Così la sindaca di Torino, Chiara Appendino, lasciando Palazzo di Giustizia. "Sono stati fatti imprevedibili, non c'è alcuna responsabilità", ha aggiunto il suo legale, avvocato Luigi Chiappero. Soddisfazione arriva dalle parti civili. L’avvocato Caterina Diafona ha commentato : "Benissimo, proprio oggi nel Giorno della Memoria abbiamo un ottimo risultato perché sono stati tutti condannati con la stessa pena. È una vittoria a 360 gradi. E’ veramente una grande emozione e soddisfazione anche perché l'impegno è stato enorme", aggiunge il legale.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa